Opinioni di Victor Serri Cazzi Negri

Allora, vi posto due pensieri sciocchi rapidissimi sull’assemblea di ieri:

A) Stiamo confondendo il potere esecutivo-legislativo (ossia il potere politico) con il potere giudiziale.
Aturar l’aduiencia è una critica al sistema di divisione dei poteri, nel caso fossero totalmente collusi o parzialmente collusi con i poteri politici, e non ha nulla a che vedere con la denuncia principale della mancata rappresentanza politica, del sistema democratico in sé.
La confusione è abbastanza grave a mio avviso perchè non permette di ragionare bene su cosa ci stiamo opponendo. Ossia, il giudizio è legato alla legge e alle sue interpretazioni, che come abbiamo visto sono slegati dai poteri politici. L’esempio del 15O e’ emblematico. Il diritto alla casa batte il diritto alla proprietá. Decisione scelta dal giudice, totalmente contrario all’interesse politico.
La tattica di bloccare tutto ció che non ci piace è un processo a mio avviso sbagliato per due motivi.
1) Svilisce il potere del atur. Diventa un metodo ripetitivo, e come molti metodi ripetitivi perdono di efficacia perchè lasciano agli altri la possibiltá di organizzarsi e di trovare la miglior strategia allo stesso tipo di attacco.
2) Rende uguale anche quello che non è. Il potere giudiziale non è politico. Noi non scegliamo i nostri giudici, noi scegliamo chi fa le leggi, ossia i nostri rappresentanti. Non potremmo scegliere anche i nostri giudici se no non avremmo una divisione dei poteri, e quindi saremmo in una eterna dittatura legalizzata.
Ci son problemi nel sistema giudiziario? si. Ma si cambiano dal potere politico. E berlusconi, per quanto bastardo, ha capito cosa c’era da fare. E’ la politica che dominca la giustizia, quindi on perdiamo l’obiettivo.
Reputo quindi la tattica proposta di “aturar” come poco efficiente.

B) assemblea di ieri.
Sono andato via alle 10 ed eravamo giá alla fiera del ridicolo.
La vecchia ha detto che le proposte che ha fatto sono principalmente per aprirsi al barrio perchè venga altra gente e le faccia.
Siamo assurdamente ipocriti nel proporre cose che poi non vogliamo portare avanti.
Se portassimo avanti tutte le cose uscite, se chi le avesse proposte si mettesse davvero dentro a farle, allora si che faremmo paura. Perche’ avremmo fatto cosi’ tante cose che non si possono fare.
Il problema é che sti vecchi, che mi spiace dirlo, sono borghesi che vengon qui per pulirsi la coscienza, fanno quattro cazzate per sentirsi mini-leader, e poi vanno a casa e se ne fottono di tutto.
Non collaborano.
Non fanno un cazzo.
Alla charrada della paellada, quello che hanno fatto è stato sedersi sulle sedie che avevamo portato, e piegarle una volta finita la charrada.
Fine.

Io sono a favore di un processo controllatore.
Ora, chi propone, fa. Proponi una xerrada? Bene. Ti occupi tu di prendere sedie e di tutto. Proponi di fare il metro quadrato pitturato e con il prezzo dentro? ottima idea. Vai a comprare le bombolette e ti prepari e fai le cose.
Abbiamo personaggi che son pericolosi per l’assemblea stessa che la fermano, che propongono e non agiscono, che neppure riflettono. Che recitano matra tipo “non possiamo perdere le piazze” ma non fanno nulla per starci.
Voglion stare in piazza? Perchè non hanno organizzato un gruppo di lavoro per inverntarsi qualcosa? Cosa costa informarsi sul prezzo dei funghi per scaldarsi, di un tendone, di un telo di plastica, di che cazzo ne so?

Costanza ha detto “occupiamo uno spazio per fare la scuola bressols”.
E nessuno, me compreso, si è stracciato le vesti per una affermazione cosi fascista. Si, dico fascista perchè è tipica della propaganda fascista. E’ un “armiamoci e partite”. Occupiamo come l’ha detto lei vuol dire “qualcun’altro occuperá”. E la prova l’abbiamo vista con il nano sindacalista. Al momento dell’occupazione, t’ho, e’ scomparso!
Io ho parlato con mathias e mi ha detto che domani non c’e riunione di comunicazoine. Ufficialmente entro in comunicazione, perchè mi sono rotto le balle di non fare un cazzo. Ho deciso di fare un tazebao, un giornale murale. Una pagina. Al mese. Affisso. Dove diciamo come la pensiamo e quello che abbiamo fatto e vogliamo fare. Chi è con mebene, chi no, fanculo, la faccio lo stesso a titolo non degli altri a titolo piuttosto di anonimus o di salcazzo. E non ho intenzione che ora parta il dibattito sul se si fa o se non si fa. Si fa come si fan le pegatinas etc etc. Fine.
Ma ora è il momento di fare solo cose.
AGITAZIONE
PROPAGANDA

Se non facciamo propaganda, le nostre attivitá saranno ottime ma non avranno risonanza. E no, la gente non verrá. Perchè se fai qualcosa di ottimo ma di invisibile nessuno se ne rende conto. E’ la solita storia: un albero che cade in una foresta disabitata, fa rumore? O fa rumore solo se qualcuno lo sente?
Dobbiamo fare rumore.

o meglio

Devo fare rumore.

Anuncis

One response to “Opinioni di Victor Serri Cazzi Negri

  1. mi sembra ottimo vic

    il discorso che fai nella prima parte comunque sarebbe stato utile che lo esprimessi nell’assemblea, o magari alla prossima in cui parliamo del 15m lliure.
    vedi che sei passato nell’ottica FACCCIAMO! e non solo parliamo 🙂

    lu

Deixa un comentari

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

Esteu comentant fent servir el compte WordPress.com. Log Out / Canvia )

Twitter picture

Esteu comentant fent servir el compte Twitter. Log Out / Canvia )

Facebook photo

Esteu comentant fent servir el compte Facebook. Log Out / Canvia )

Google+ photo

Esteu comentant fent servir el compte Google+. Log Out / Canvia )

Connecting to %s